Revisione laboratori di informatica con manutenzione zero ma senza Time Freeze

Anche se un po’ fuori moda nella concezione comune riteniamo i laboratori ancora una forma valida nell’apprendimento dell’informatica. È vero che la Scuola del primo ciclo non ha le risorse economiche per attrezzature di eccellenza. Ma siamo convinti che l’eccellenza passa anche e soprattutto attraverso le persone e pensiamo che una buona formazione a livello informatico si possa ottenere anche senza dispositivi all’ultimo grido, ma attraverso insegnanti preparati e motivati. Nel 2015-2017 abbiamo implementato e revisionato i laboratori di informatica, creando le seguenti strutture:

Scuola Secondaria di I Grado G. Vida:

  • Laboratorio con Sistema Operativo Windows XP e con condivisione Hardware del pc Docente su Pc Allievi e viceversa. 12 Pc in rete per visionare insieme dvd e cd e dimostrazioni interattive tra docente e allievi. I pc sono degli Intel Pentium 4 HT 3000 mhz donati in passato dall’Agenzia delle Entrate. (ultimato)

  • Laboratorio con Sistema Operativo Windows 7, in rete didattica. 16 pc rigenerati acquistati dalla scuola con processore Quad Core Intel I3. (ultimato)

  

Scuola Primaria Coppino

  • Laboratorio con Sistema Operativo Windows 7, 11 pc con processore Intel Core Duo in rete didattica. (ultimato)

  • Laboratorio con Sistema Operativo SODiLinux con 10 pc con processore Intel Core Duo donati dalla ASL CN2. (in costruzione)

Da tempo si parla di manutenzione zero dei laboratori attraverso programmi in grado di “congelare” il pc in modo che al successivo riavvio la macchina sia sempre con il sistema originario. (cfr: Time Freeze). Ci è sembrata questa una forma di manutenzione non rispondente alle esigenze della nostra scuola in quanto presenta problemi in caso di nuove installazioni sui pc o in caso di salvataggi di documenti in locale che vengono persi per sempre. Meglio ci è sembrato utilizzare la forma dell’immagine disco salvata in rete per ogni tipologia di pc presente. Quando un pc presenta problemi nel giro di pochi minuti lo si può ripristinare. Il software utilizzato è Acronis True Image che ha un costo di circa 100 euro una tantum.

Questo sito utilizza cookie tecnici.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Cookie